nigeria italia

Riepilogo

L’Italia sfrutta a pieno le occasioni create, la Nigeria attacca con la forza della disperazione ma un sacco di errori di precisione e una incredibile sfortuna non le permettono di guadagnare punti. La nazionale azzurra vince così per 3-2 contro le Super Eagles, con un risultato un po’ a sorpresa ma che non garantisce ancora il passaggio del turno.

PRIMO TEMPO

Inizia bene l’Italia, offrendo una buona organizzazione e interessanti geometrie a centrocampo. La Nigeria non riesce a prendere subito le contromisure e si affida a qualche lancio in avanti, specialmente sulle fasce. La squadra africana si rende pericolosa un paio di volte ma il portiere riesce a sventare bene le azioni avversarie. Negli ultimi minuti arrivano due gol sorprendenti: il primo a segnare è Truscelli, che approfitta della distrazione della difesa nigeriana per battere subito la punizione che si insacca per la sorpresa di tutti. All’ultimo minuto arriva invece l’autogol di Clerico, che devia nella propria rete un innocuo cross dalla sinistra. 1-1 e tutto da rifare.

SECONDO TEMPO

La Nigeria va a caccia del vantaggio dando il tutto per tutto, l”Italia è più compatta e il portiere è in giornata di grazia. Tante occasioni sprecate per i nigeriani, mentre all’Italia basta il solo Truscelli per fare male: il numero 10 azzurro va a segno prima con un tiro che finisce sopra il portiere, poi con un diagonale sul palo destro che porta gli azzurri sul 3-1. La Nigeria si spreme in avanti ma fallisce più volte la possibilità di realizzare un gol. Molto sfortunati i nigeriani quando colpiscono due volte il palo con Ekwueme. Quando Egbele segna è ormai troppo tardi, l’arbitro fischia la fine e l’Italia si porta a casa i tre punti che la portano in vetta alla classifica.

L’Italia per qualificarsi ha bisogno di almeno un punto contro il Marocco, o della sconfitta della Nigeria contro la Sierra Leone. La Nigeria per passare il turno è chiamata alla vittoria, ma in caso di sconfitta del Marocco potrebbe anche accontentarsi di un pareggio. In caso di un arrivo a pari punti tra Italia, Marocco e Nigeria, sarà la coppa disciplina a decidere chi passerà il turno.

MIGLIORE IN CAMPO ITALIA: TRUSCELLI – Il numero 10 azzurro fa fuoco e fiamme quando riceve palla. Senza di lui cosa farebbe l’Italia?

MIGLIORE IN CAMPO NIGERIA: EKWUEME – È quello che ci prova di più, ed è anche il più sfortunato. Ma non molla mai.

Dettagli

Data Ora League Stagione
22/06/2019 15:00 Africa Cup Torino 2019

Risultati

ClubPrimo TempoSecondo TempoGoalsEsito
Nigeria022Sconfitta
Italia213Vittoria